logo  
ISTITUTO DEGLI INNOCENTI: sei secoli di impegno per l'infanzia
 

 

       
 

Il Lions Club Firenze Pitti

Il Lions Club Firenze Pitti, nato il 21 marzo 1983, fa parte del Lions Clubs International, un'Associazione che, con i suoi 1.400.000 Soci, da novanta anni opera in tutto il mondo con attività finalizzate al bene della collettività.

L'Associazione, infatti, si batte contro la fame e contro le malattie nei paesi sottosviluppati, si occupa dell'assistenza ai bisognosi della propria comunità, del recupero e del restauro di opere d'arte, ed ancora, della sensibilizzazione dell'opinione pubblica su problemi etici quali la donazione d'organi, l'eutanasia, il disagio giovanile, ecc.

Il "Pitti", un Club composto attualmente da 53 Soci, fedele agli Scopi Lionistici, in questi venti anni ha operato con grande impegno ed abnegazione; i suoi Soci hanno saputo trovare le risorse finanziarie necessarie per realizzare "services" significativi in molti campi di applicazione.

L'elenco di ciò che ha realizzato il "Pitti" è lunghissimo: ha acquistato attrezzature elettromedicali e "pulmini" per istituti di assistenza, ha restaurato opere d'arte, pubblicato libri di interesse collettivo, organizzato convegni, seminari, concerti, ha donato somme di denaro ad altre Associazioni di Volontariato che si occupavano di problematiche specifiche come AIL, AIRC ed altre ancora.

L'iniziativa attuale, la mostra e la vendita di alcune opere recenti di Sergio Scatizzi, si propone di reperire i fondi per una donazione all'Istituto Degl'Innocenti e per il restauro di un quadro di Telemaco Signorini, "Pascolo a Pietramala", esposto presso la Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Pitti.

Il progetto si propone inoltre di indagare le caratteristiche della pittura e le scelte tecniche di Telemaco Signorini, grazie ad una serie di approfondite indagini scientifiche, tra cui fotografie a luce radente, macrofotografie, riprese in transilluminazione, riflettografia ad infrarossi, spettroscopia a fibre ottiche, microcampioni di colore. Si potrà così utilmente confrontare i risultati ottenuti con quelli omologhi che la Galleria d'Arte Moderna sta acquisendo su molti dipinti dello stesso periodo.

Collaboreranno alle ricerche l'Istituto di Fisica Applicata "Nello Ferrara" del Consiglio Nazionale delle Ricerche ed il Dipartimento di Chimica dell'Università degli Studi di Firenze.

(L.N.)
Istituto degli Innocenti 2003 - Ultimo aggiornamento: 08/01/2004